giovedì 12 novembre 2015

Taste & More n°17... la benedizione di un angelo!


Le ultime foglie stanno cadendo, portate dalle dita di un vento che parla distrattamente con tenera nostalgia: l'autunno ha regalato i suoi toni ocra e rossastri alle chiome quasi spoglie, sinuose e magre, pronte ad addormentarsi tra le braccia di un lungo e placido tramonto. Ma anche l'inverno infine è arrivato: tutto tace, chiude gli occhi, attende l'ennesima coperta fredda di neve. I germogli aspetteranno una nuova vita, i ghiri si arrotoleranno nelle loro graziose e folte code; il freddo giungerà con la sua lunga barba grigiastra, camminando lento con il suo bastone, per vegliare sul sonno profondo del mondo.
Ed eccoci di nuovo qui, ad accoglierlo e ad imparare dal suo silenzio.
Ci saranno momenti bui, ci saranno giornate in cui il cielo piangerà cotone e cancellerà ogni colore donando una nuova purezza; ci saranno attimi in cui la nebbia offuscherà la vista, ma anche molti momenti in cui un piacevole tepore porterà alla mente profumi, ricordi e malinconia. Istanti in cui nel buio più completo alcune luci sembreranno più chiare e saranno un nuovo dono, un conforto, in attesa della primavera.
E chissà, magari una piccola grande carezza ve la porteremo noi, tra le pagine di questo splendido Taste & More n°17! 


some text


Tra deliziose paste al forno, originalissime e gustose insalate, lievitati irresistibili in grado di rendere anche le giornate più fredde qualcosa di confortante e piacevole, siete pronti a perdervi in un dessert fatto di cielo, nuvole e tanta dolcezza? Siete curiosi di scoprire come chiedere la benedizione delle creature celesti per la vostra casa e per coloro che amate? 
Comincerò col raccontarvi cosa accade, ogni anno, in una notte molto speciale... il resto attende solo voi!

<[...] ogni 21 dicembre, nelle zone gelide del nord Europa, alcune anime perse nel grigiore fanno appello a creature benevolenti, poiché possano ricondurre lo spirito alla luce: tra i vari rituali per chiedere clemenza alla rigida stagione, molte famiglie si riuniscono alla mezzanotte attorno ad un tavolo di legno, volgendo le preghiere più dolci agli angeli e agli spiriti buoni della natura.
Una candela color turchese viene così accesa, tra petali profumati di bianche rose odorose; gli angeli dell’inverno vengono invocati e interpellati, mentre la supplica di abbondanza e protezione viene scritta su un pezzetto di carta, piegato e sigillato con gocce di cera cadute dal moccolo luminoso....[...]>



Possano gli angeli benedire voi e coloro che amate, riscaldando il vostro cuore contro ogni gelo dell'anima! 
Buona lettura e... torno presto, devo farcela. 
Un abbraccio con sempre vivo affetto, non mi dimentico mai di chi porto nel cuore.